La Storia del Coro:

Il coro Slavija viene creato a Cravero nel 2007 dal suo direttore, presidente ed ispiratore
Pietro Qualizza con lo scopo di valorizzare la cultura nella musica sacra delle Valli del Natisone, La Slavija Occidentale.

In pochi anni grazie alla dedizione dei membri del coro, di cui la maggior parte sono giovani ed al lavoro assiduo e professionale di Margarita Swarczewskaja, il direttore musicale, sono riusciti a creare un repertorio originale che è stato finora presentato a:

-Vienna nella cattedrale di Santo Stefano.
- Mosca nella cattedrale di Cristo redentore e in quella dell Immacolata Concezione.
-San-Pietroburgo nella Chiesa di Santa Caterina di Alessandria e in quella della Vergine Benedetta.
-Praga nella Cattedrale di San Vitus.
-Venezia nella cattedrale di San Marco.
- Trieste nella cattedrale di San Giusto.
-Bratislava nella cattedrale di San Martino.
-Budapest nel Tempio di Santa Maria Teresa.

Il coro esegue musica sacra di tradizione sia ortodossa orientale che latina cattolica, dai canti bizzantini del Cinquecento ai brani musicali contemporanei. Inoltre, canti sacri delle Valli del Natisone sono parte integrante del repertorio del coro Slavija.

La storia della Slavija:

La Slavija è un piccolissimo territorio dove vive una comunità di origini slave e dove tuttora si parla una lingua slava: "staro slovensko".
La storia della Slavija è millenaria e inizia nei primi secoli (VI-VII sec) del 700, con l'emigrazione dei popoli slavi verso l'occidente. Per secoli questa piccola realtà geografica ha vissuto una sua realtà politica come stato indipendente, inizialmente sotto il patriarcato di Aquileia, a seguire sotto il patriarcato di Venezia, fino all'avvento del impero austro-ungarico, sotto cui ha vissuto per circa un secolo.
Intendiamo conservare, riprendere e valorizzare questa nostra cultura e tradizione anche per mezzo del canto: le nostre stesse divise, le tuniche che utilizziamo per i canti sacri all'interno delle chiese, sono state create ad oc prendendo come spunto gli affreschi della basilica di Aquileia.
Vogliamo riprenderci la nostra storia.
E da quest'anno l'organizzazione ha creato un coro di bambini, la Mlada Slavija, con l'intento di trasmettere anche ai più piccoli, i valori e le nostre tradizioni attraverso la musica.